Diradamento capelli a 30 anni età

Postato . La categoria: Fitness

1 2 3 4 5 314 voti

l’articolo vuol proprio parlare di quello che si auspicava all’inizio del progetto ma ancora non avvenuto e questo ci porta a pensare più fortemente che lo studio sulla salute dei capelli ancora non è concluso definitivamente in quanto ha prodotto diversi risultati e possiamo dire La calvizie inizia con la manifestazione di un diradamento visibile.Il presente articolo basandosi sulle risultanze ottenute dai test e prove effettuate, vuole dare (senza sostituirsi agli altri studi seri che affrontano il problema capelli) alcune informazioni utili da tenere presente per cercare di prevenire il problema delle calvizie.La situazione effettiva è che il livello visivo del diradamento non è determinato dalla perdita definitiva del capello, ma dall’assottigliamento degli stessi creando l’effetto diradamento facendo supporre di avere meno capelli.si stà pensando di approfondire le caratteristiche dei vari shampoo in commercio e cercare di stilare una lista di quelli che sostanzialmente sono privi o con dosi minime di componenti aggressivi, rispettosi dei nostri capelli e del PH della nostra pelle. anche alle scoperte fatte sulla “Terra”, piante con proprietà miracolose che esistono solo in luoghi o isole remote, scoperte fatte sempre in America dove improbabili studi hanno trovato la soluzione a questo fastidioso e annoso problema delle calvizie.La ragione principale di questo consiglio è che siccome il nostro cuoio capelluto per stare bene deve avere un PH equilibrato e cioè ne secco e ne grasso, quando andiamo a lavare con troppa aggressività, i capelli e la cute si seccano e il cuoio capelluto desquama e resta senza difese (in quanto un leggero strato di sebo funge da difesa e giusta idratazione della cute).Purtroppo non è sempre così, in quanto molti prodotti sono costituiti da componenti che sicuramente lavano molto bene, fanno molta schiuma ma nello stesso tempo sono molto aggressivi e lasciano il cuoio capelluto secco ed esposto ad aggressioni esterne.I test infatti fino ad ora, hanno dato più che altro risultati di blocco della caduta, rafforzamento dei capelli presenti e il recupero di un buon numero di peli vellus ritrasformandoli di nuovo in capelli veri e propri riacquistando corposità e colore.Sempre tenendo presente che alcune problematiche sono legate a patologie (quindi curabili solo con farmaci), il resto sono legate allo squilibrio del cuoio capelluto che è deficitaria nella microcircolazione e ha problemi a portare ossigeno, nutrienti e minerali occorrenti alla salute dello stesso. Questo male oltre a causare molti altri danni porta in alcuni casi a chi ne è affetto ad alopecie molto importanti e purtroppo definitive quindi poi anche non recuperabili., ci hanno fatto sapere che hanno migliorato la loro situazione di vita assumendo prima di andare a letto un cucchiaino di sciroppo di “Valeriana” (solitamente reperibile in erboristeria) dormendo di più, meglio, svegliandosi più riposati e in forma.In questo modo si ritorna ad avere un capello bello e in salute e non per ultimo molti capelli spariti ritorneranno a ricrescere.

Questi componenti ormai sono per molti prodotti in commercio parte integrante e parlo di shampoo, dentifrici, detersivi per lavare pavimenti, liquidi per lavaggio motori, cosmetici, schiuma da barba etc. ad utilizzare il nostro prodotto preferito contenente questi componenti, abbiate la cura di utilizzare ad ogni lavaggio, una dose minore di prodotto così avrete comunque la pulizia ma meno aggressione e secchezza.E’ doverosa una precisazione, in quanto lo stadio precedente alla perdita definitiva del capello è la ricrescita del capello sempre più sottile di una o due volte e se nel contempo non si corre ai ripari con qualche cura rivitalizzante ci sarà la perdita definitiva.Quindi se tutti i prodotti dessero quello che promettono nelle pubblicità e nelle descrizioni che le accompagnano, non dovremmo far altro che scegliere quello più adatto alla caratteristica dei nostri capelli.Infatti prima di perdere completamente il capello ai prossimi due o tre ricambi, ricrescerà sempre più sottile La calvizie diventa molto visibile e contrariamente allo stadio 1, abbiamo già perso un bel po’ di capelli e quelli presenti sono diventati così sottili da creare poco volume e copertura del cuoio capelluto., che c’è ancora qualche speranza di recupero proprio se sono presenti i peli Vellus, in quanto questa presenza conferma ancora di una non atrofizzazione totale del follicolo pilifero e quindi del potere di creare se aiutato, nuovamente un capello forte e in salute.Come descrivo all’inizio dell’articolo, i capelli vengono persi definitivamente dopo un bel po’ di tempo, quindi quando si và ad interrompere le applicazioni, solo dopo un po’ di mesi rivedremo in ordine gli stadi appena menzionati.

Dillo ai tuoi amici: