Dieta con kinder cereali

Postato . La categoria: Alimentazione

1 2 3 4 5 62 voti

Il vostro primo referente per la salute è il medico che se non riuscirete a far abbassare la pressione con uno stile di vita adeguato, probabilmente vi prescriverà dei farmaci per combattere la pressione alta.Lo stile di vita è di fondamentale importanza per la vostra salute, sia che vogliate prevenire l’ipertensione, sia che siate già sotto farmaci.Quindi con un’ottima pressione di 115-75 mm Hg (con mm Hg che significa millimetri di mercurio ed è l’unità di misura della pressione) avremo 115 mm Hg di massima e 75 mm Hg di minima.Ad uno sguardo più attento però è possibile riconoscere diversi campanelli di allarme e che spesso si tende a sottovalutare e che andrebbero sempre fatti presente al medico: Forse sarebbe più corretto identificarle come fattori di rischio, più che come cause.Ciò che porta a diventare ipertesi o comunque ad avere problemi di pressione alta più o meno gravi è in genere molto legato allo stile di vita di una persona.La pressione in generale tende a crescere con l’avanzare dell’età e proprio per questo motivo si è portati a pensare che l’ipertensione sia un problema che riguardi solo le persone anziane, ma in realtà colpisce sempre più spesso le persone che di anziano hanno poco o niente (nei giovani viene chiamata anche pre-ipertensione).Esistono una serie di rimedi naturali che possono essere utili da accompagnare allo stile di vita corretto e all’eventuale terapia medica.Quando andiamo a farci misurare la pressione o ce la misuriamo a casa è importante sapere che il primo numero più alto sarà la nostra pressione massima o sistolica, mentre il secondo valore inferiore al primo indicherà la pressione minima o diastolica.Si annovera nelle malattie del nostro secolo, dovuta principalmente al nostro stile di vita sbagliato, all’alimentazione e alla sedentarietà.

Si tratta della pressione con cui il sangue preme sulle arterie dopo essere stato pompato dal cuore: se questa rimane troppo alta per più tempo comincia a danneggiare diverse parti del nostro organismo come cuore, reni, le arterie stesse con conseguenze spesso serie.A oggi i valori di riferimento sono questi: In molti casi i valori di pressione sistolica non ricadono nella stessa categoria di quelli della diastolica, in questi casi viene tenuto conto del valore più grave dei due: con un valore pressorio di 135-101 mm Hg sarete considerati ipertesi di grado 2.Quando si parla di infiammazione all’intestino è facile ritrovarsi a discutere di cibi da mangiare e di pietanze da dimenticarci per sempre, a causa di medio o gravi controindicazioni che potrebbero avere sul nostro stato di salute.Col tempo i valori di riferimento si sono sempre più abbassati a causa delle sempre maggiori correlazioni della pressione arteriosa con la salute di una persona.Il consiglio è quello di andare a fare una visitina di tanto in tanto dal vostro medico per tenere sempre sotto controllo la pressione, anche perché spesso i sintomi sono molto nascosti.

Dillo ai tuoi amici: