Dieta bendaggio gastrico regolabile

Postato . La categoria: Ciglia

1 2 3 4 5 718 voti

IL PERCORSO NELLE VARIE FASI: - ANAMNESI - DIARIO ALIMENTARE- BMI- COLLOQUIO PSICOLOGICO- GRUPPI ALIMENTARI- GLI INTERVENTI (Interventi endoscopici e Interventi chirurgici in anestesia generale )- VISITE DI CONTROLLO Anamnesi Per impostare un percorso di cura della persona obesa, è fondamentale conoscere la sua storia e la storia della sua malattia.I parametri da tener presente sono i seguenti: Normopeso: BMI 18.5-24.9 - Sovrappeso: BMI 24.9-29.9 - Obesità I grado: BMI 30- 34.9 – Obesità di II grado: 35-39.9 - Obesità di III grado: BMI 40-49.9 – Superobesità: da BMI 50 in su.Consiste nel posizionare in gastroscopia un palloncino sgonfio nello stomaco (non è quindi un intervento chirurgico in anestesia generale), che viene gonfiato fino ad un volume di 500-700 cc con liquido o aria.3) Tutti i pazienti convocati in quella stessa giornata verranno informati sulle loro condizioni cliniche, sulla chirurgia dell'obesità e sui diversi interventi possibili: bendaggio gastrico regolabile, sleeve gastrectomy, bypass gastrico, diversione biliopancreatica, palloncino endogastrico.E’ un sistema di misurazione dato dal risultato del rapporto tra il peso corporeo in chilogrammi e il quadrato dell’altezza in metri.035.4204108 oppure inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. Il personale addetto alla Segreteria dispone le indagini da effettuare e le informazioni specifiche da portare (elettrocardiogramma, esami del sangue concernenti le più comuni malattie metaboliche, diario alimentare), e fissa una e in un’unica giornata, il paziente (che dovrà portare con sé la documentazione che era stata richiesta), incontrerà i medici che lo seguiranno nel percorso di cura: endocrinologo, nutrizionista, psicologo e chirurgo.La persona che si rivolge al Centro Obesità e che vuole intraprendere un percorso di cura personalizzato dovrà innanzitutto indicare al team le sue malattie pregresse, le terapie seguite o ancora in atto, interventi chirurgici precedenti, presenza o meno di comorbidità (malattie che possono essere associate all’obesità tra cui, le più comuni, sono il diabete, le dislipidemie, l’ipertensione arteriosa, la presenza di disturbi respiratori, le malattie osteoarticolari gravi.).

Dillo ai tuoi amici: