Botulino miele adulti

Postato . La categoria: Ciglia

1 2 3 4 5 838 voti

Resto a dir poco stupito a leggere che il miele non va somministrato nei primi 12 mesi di vita.Rappresenta però una delle riserve alimentari più cospicue di Clostridium Botulinum e di spore dello stesso.In natura il Clostridium Botulinum si trova, sotto forma di spore (aspetto che gli permette di resistere a condizioni ambientali avverse, quali la presenza di ossigeno), nel terreno e nelle acque.Nelle condizioni ottimali sopra riferite, produce una neuro-tossina, la tossina botulinica, responsabile dell'intossicazione.Il modo migliore per prevenire questa malattia è quello di preparare il cibo in maniera sicura e cercare tempestivamente delle cure mediche in caso di ferite.Questo germe ha bisogno, per svilupparsi, di condizioni fisico-chimiche particolari: anaerobiosi (mancanza di ossigeno), temperature superiori a 3-4°C, ambiente non eccessivamente acido o basico (p H compreso fra 4,7 e 8,5).Credo proprio che dovrò rivedere alcuni metodi, ma vorrei chiedere se effettivamente tutte le mie "conoscenze" sul miele sono infondate e se ci sono altri effetti negativi sul bambino oltre al condizionamento dei gusti.Il botulino però può anche entrare nell'organismo attraverso le ferite.Il miele è una sostanza che viene utilizzata sia come dolcificante che come alimento vero proprio anche durante il primo anno di vita.Certo non è un vero e proprio antibiotico, ma pensavo fosse un vero e proprio "antibatterico" (passatemi il termine).

Dillo ai tuoi amici: