Artrosi ginocchio fascia elastica

Postato . La categoria: Fitness

1 2 3 4 5 729 voti

Secondo Sim (1985) bisogna avere un approccio sistematico nell'intervento di s. i tempi dell'esecuzione della sinoviectomia sono: L'avvento dell'artroscopia e soprattutto dello shaver motorizzato da parte di Johnson nel 1977, ne ha aumentato l'efficacia della sinoviectomia ed ha notevolmente ampliato le indicazioni. Per raggiungere i recessi articolari posteriori può essere utilizzata una via d'accesso postero-mediale o postero-laterale posteriormente ai legamenti collaterali.I primi autori che riportano la tecnica di sinoviectomia in artroscopia sono JW. Con la tecnica attuale a 6 vie si può eseguire una sinoviectomia pressocchècompleta (Rosenberg 1982).Dal 3° giorno si comincia con il carico progressivo.La tecnica di Ogilvie-Harris e Basinski; si basa su 5 tempi: Viene utilizzato un artroscopio da 5 mm.Il paziente viene dimesso subito, la deambulazione èconcessa con bastoni e carico parziale.La rigidità era aggravata dalla pratica comune (Henderson 1924, London 1955) di immobilizzare l'arto dopo l'intervento per 1-3 settimane.Come regola generale la sinoviectomia del ginocchio non include il compartimento posteriore e quindi non si può superare l'80% del tessuto sinoviale. Per la sinoviectomia artroscopica si utilizza la tecnica che prevede 6 vie di accesso: supero-mediale, supero-laterale, antero-mediale e antero-laterale.Rosenberg (1984) Secondo Ogilvie-Harris e Basinski (1991), il drenaggio viene applicato per 2-3 ore; la perdita ematica e di circa 200 cc.Al termine si applica un drenaggio aspirante ed una fascia elastica compressiva.Barnes e Mason (1967) riportano addiruttura una incidenza del 50% di perdita di flessione articolare, rispetto al quadro preoperatorio, nella loro serie di 53 ginocchia nonostante la mobilizzazione immediata.A domicilio viene iniziato immediatamente il programma di mobilizzazione senza l'ausilio del terapista.

Marmor ha dato un contributo importante al successo della sinoviectomia quando nel 1973 ha introdotto la mobilizzazione precoce del ginocchio senza alcuna immobilizzazione del ginocchio (Marmor 1979).La mobilizzazione precoce non ha risolto il problema della rigidità articolare che resta legata soprattutto all'eccessiva aggressività dell'accesso artrotomico ( Merchan 1994).E' tecnicamente impossibile asportare la sinoviale completamente sia per via artroscopica che artrotomica (Insall 1993).Nel 1° giorno post-operatorio, i pazienti iniziano il movimento fino a 90° con sollevamento attivo dell'arto dal piano del letto.Ed un resettore da 5,5 mm full radius, i più piccoli nella sinoviectomia sottomeniscale.

Dillo ai tuoi amici: