Artrite reumatoide a 35 anni contributi

Postato . La categoria: Ciglia

1 2 3 4 5 53 voti

Una nota sentenza della Corte di Cassazione ha infatti stabilito che pur essendo vero che i bambini piccoli per definizione non hanno la capacità di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita e quindi necessitano sempre dell’aiuto dei genitori, è anche vero che se la patologia rende necessaria un’assistenza genitoriale qualitativamente e quantitativamente molto superiore alla norma sono ravvisabile i presupposti per la concessione dell’indennità di accompagnamento.Nel caso di alcune patologie che incidono sulla visione, ad esempio, occorrerà dimostrare quale sia il deficit visivo conseguente, quindi produrre alla commissione accertatrice anche esami oculistici funzionali: esame del fundus, visus corretto, campo visivo, eventualmente potenziali evocati visivi e quanto utile.[google1] Poiché in questo blog ho inserito notizie su invalidità civile e contemporaneamente su malattie rare, una buona percentuale dei visitatori è costituita da internauti che inseriscono nel form del motore di ricerca il nome di una malattia rara più termini come “percentuale di invalidità”, oppure “invalidità” o ancora “legge 104″.Nella maggior parte dei casi ogni “malattia rara” in realtà è caratterizzata da uno specifico quadro clinico con menomazioni singole o plurime che possono essere a loro volta individuate nella tabella e quindi è possibile arrivare ad una valutazione percentualistica del grado di invalidità civile provocato dalla malattia in esame.Insomma desiderano conoscere quale potrebbe essere la percentuale di invalidità in un soggetto con una particolare malattia “rara”, o se potrebbero essere concessi i benefici della legge 104/1992. Si tratta di una tabella dove vengono elencate una serie di infermità e le relative percentuali.Quale nota ulteriore, segnalo che l’indennità di accompagnamento può essere concessa anche a bimbi molto piccoli.in ultimo le chiedo visto la preoccupazione che c'è in me, volendolo farlo visitare altrove (siamo di avellino) presso quale centro specialistico o dr.Generalmente quindi i criteri per la concessione del beneficio economico, nel caso dei minori di 18 anni, sono meno rigidi.Ma naturalmente esistono parecchie differenze, sia concettuali che valutative; quindi non è inusuale che uno dei benefici sia riconosciuto e l’altro no e viceversa.

La materia è molto più complessa di quanto queste poche righe possano fare ritenere e quindi concludo consigliando, in caso di dubbi, di chiedere il parere di un medico esperto nella materia, quindi un medico legale o un medico consulente di un Ente di Patronato che potrà aiutarvi a dimostrare in sede di visita di accertamento quali sono i reali deficit funzionali conseguenti alla malattia “rara” che affliggono voi o un vostro familiare. I benefici vengono concessi ai soggetti con handicap in cui sussitono i requisiti indicati all’articolo 3 comma 3: “…...x cercare di stare + tranquillo volevo capirci qualcosa in più, quindi vi pongo delle domande . oggi non conosco ancora i farmaci che gli daranno nella cura so solo che stanno iniziando a fargli dei lavaggi a basso dosaggio di cortisone è possibile che dopo due giorni non avverte + dolori e lo sfogo cutaneo sembra ritirarsi ???Questa piccola guida non è rivolta ai professionisti, quindi medici, avvocati o collaboratori dei Patronati, ma a coloro che ritengono di avere gravi problematiche di salute e pertanto vogliono usufruire dei benefici che la legge potrebbe loro concedere.Nel caso di una patologia che provochi deficit cognitivi, occorrerà produrre test di livello, tipo WAIS e similari, nel caso di insufficienze renali creatininemia, clearance della creatinina, eventuale scintigrafia renale, … In sostanza occorre “scomporre” la sindrome o la malattia nei componenti funzionali e quindi valutare secondo le indicazioni tabellari.

Dillo ai tuoi amici: